• Silvia Tonietti

COME SI PRATICA LA MINDFULNESS

Con la Mindfulness, tramite lo specifico protocollo MBSR per la riduzione dello stress (Mindfulness Based Stress Reduction) elaborato da John Kabat-Zinn, attraverso una serie di pratiche ed esercizi si sviluppa la capacità di essere consapevoli di ciò che avviene nella nostra mente, nel nostro corpo e di prestare attenzione al momento presente in modo intenzionale e non giudicante al fine di ridurre stress e ansia, di alleviare il senso di sovraccarico e uscire dagli automatismi per passare dal reagire a un evento all'abilità di rispondere con coerenza a quello che stiamo effettivamente vivendo.


La Mindfulness si realizza attraverso la pratica formale e la pratica informale.

Mindfulness pratica formale meditazione seduta

La pratica formale può realizzarsi seduti su una sedia o a terra su un cuscino, camminando lentamente, o sdraiati, e può realizzarsi attraverso:


- la meditazione seduta - su un cuscino o su una sedia;


- il body scan in cui si approfondiscono le sensazioni del corpo in una posizione comoda;

- lo yoga consapevole;

Mindfulness pratica formale meditazione camminata

- la meditazione camminata - prestando attenzione a ogni passo.


Nella pratica formale ogni giorno ci si ricava uno spazio di tempo per dedicarsi agli esercizi di consapevolezza.



La pratica informale avviene nella quotidianità. E' un modo di vivere consapevolmente ogni momento contrastando la tendenza a fare molteplici cose contemporaneamente - rischiando poi di ritrovarci completamente stanche - o ad agire con il pilota automatico inserito - rimanendo poi con la strana sensazioni di non essere state presenti a noi durante le attività che compiamo, come se fossimo da qualche altra parte e non nell'esperienza presente che stiamo vivendo e che è la nostra vita reale.

Mindfulness pratica informale

Nella pratica informale si porta l'attenzione alle varie azioni che si compiono nel quotidiano: ogni gesto che compiamo durante la giornata, anche i più semplici come prendersi il caffè, o il tragitto che compiamo per andare al lavoro possono essere trasformati in occasioni per coltivare la presenza.


Nella pratica del ritiro un certo numero di giorni vengono dedicati alla Mindfulness attraverso la pratica formale e informale in un ambiente in cui ci si cala nel silenzio e i contatti interpersonali sono limitati.


Coltivare la consapevolezza è una questione di pratica ed esercizio.

Ciascuna forma di pratica sostiene le altre: la pratica formale facilita la pratica informale e viceversa.

Una pratica regolare porta a una maggiore attenzione e concentrazione, allenando la mente, e questo aumenta il piacere e la facilità di vivere nel presente.


Vuoi APPRENDERE la MINDFULNESS?

RICHIEDI UN COLLOQUIO GRATUITO DI 15 MINUTI. CONTATTAMI!!!

IN PRESENZA E ONLINE - INDIVIDUALE E DI GRUPPO

23 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti